Canzone: Alla Fiera dell’Est

0

 

Tutti gli italiani, grandi e piccini, conoscono questa canzone di Angelo Branduardi. E’ talmente conosciuta che credo si possa affermare che faccia parte del repertorio delle canzoni popolari, quindi immortali.  Non è una semplice filastrocca. Branduardi spiega che « si chiama così perché una volta i mercati, le fiere prendevano il nome dal punto cardinale verso cui si situavano. È molto liberamente ispirata a un canto pasquale ebraico. Musicalmente c’è un motivo mitteleuropeo e uno arabo mescolati insieme. L’oboe e la tromba per la tradizione medioevale europea, i violini all’unisono per la tradizione arabo-orientale. La canzone ha una forma iterativa (= che si ripete), una forma di ripetitività costante che affascina».

 

 

Ascolta la canzone e completa il testo con i verbi al passato remoto:

Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________ il gatto
che si ______________ il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________il cane
che ______________ il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________ il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________l’acqua
che ______________il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________il toro
che ______________l’acqua
che ______________il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E ______________il macellaio
che ______________il toro
che ______________l’acqua
che ______________il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E l’Angelo della Morte
sul macellaio
che ______________il toro
che ______________l’acqua
che ______________il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.
E infine il Signore
sull’Angelo della Morte
sul macellaio
che ______________il toro
che ______________l’acqua
che ______________ il fuoco
che ______________il bastone
che ______________il cane
che ______________il gatto
che si ______________il topo
che al mercato mio padre ______________.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre ______________.

TESTO COMPLETO

Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne l’acqua
che spense il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il toro
che bevve l’acqua
che spense il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E venne il macellaio
che uccise il toro
che bevve l’acqua
che spense il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E l’Angelo della Morte
sul macellaio
che uccise il toro
che bevve l’acqua
che spense il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.
E infine il Signore
sull’Angelo della Morte
sul macellaio
che uccise il toro
che bevve l’acqua
che spense il fuoco
che bruciò il bastone
che picchiò il cane
che morse il gatto
che si mangiò il topo
che al mercato mio padre comprò.
Alla Fiera dell’Est
per due soldi
un topolino mio padre comprò.

Post a Reply