L’Amerigo Vespucci a Istanbul

0

L’Amerigo Vespucci è arrivata a Istanbul nell’agosto del 2011. Che emozione per noi italiani poter salire sulla famosa nave scuola della Marina Militare italiana! E ancor più per me perché sul Bosforo ho potuto abbracciare mio cugino, ufficiale della Vespucci. Questo bellissimo veliero, orgoglio italiano, è stato costruito nel 1930 per addestrare e formare i futuri ufficiali della Marina Militare. Come sapete, il nome viene da Amerigo Vespucci (1454/1512) esploratore, finanziere, navigatore e cartografo italiano che, per primo, dimostrò che le nuove terre scoperte da Cristoforo Colombo non erano parte del continente asiatico, ma di un nuovo continente.


Questa foto l’ho scattata dalla nave che mi stava portando alla sponda europea di Istanbul. Mentre la bandiera turca sventolava imponente tra le nuvole, la mia attenzione era totalmente catturata dall’eleganza dell’Amerigo Vespucci e dal tricolore italiano che per un attimo mi ha fatta sentire a casa, nella mia bella Italia. Il veliero era attraccato al molo di Eminönü sulle sponde del Bosforo. Sullo sfondo si intravede Topkapı, la residenza dei sultani ottomani.


Questo è il timone che da ben 81 anni permette di manovrare la nave.


Qui, al centro della foto, si può vedere uno degli enormi argani che viene utilizzato per manovrare le catene delle ancore.


Ci sono circa 20.000 metri di cavi che servono a manovrare le vele.


Grazie alla presenza di mio cugiono, ho potuto vedere le stanze private del capitano, cosa che solitamente non è consentita alla maggior parte dei visitatori. Penso valga la pena farvi vedere la vasca da bagno del capitano (pezzo originale). Mi chiedo come ci si debba sentire lì dentro, mentre fuori si è circondati dall’immenso oceano.


Nel cielo nuvoloso di una calda giornata d’agosto sventola la bandiera italiana. Non ho potuto fare a meno di fotografarla.


Sullo sfondo si intravede la Torre di Galata costruita dai genovesi nel 1348. Vi assicuro che essere sull’Amerigo Vespucci e guardare uno dei simboli di Istanbul eretto dagli italiani quasi 700 anni fa, è una vera emozione!

 

Post a Reply